Con la fotografia svolge un suo discorso, quasi un journal intime, indirizzato a se stesso, in un linguaggio impostato a canoni di semplicità, in cui le luci e le ombre lasciano che scorci, angoli, più raramente paesaggi, mostrino la loro intima natura, rivelando qualcosa che forse li trascende, immettendo l'osservatore nella suggestione poetica delle cose comuni.
Varie
A Sunday in Sydney
calle
calle
Still life
‘J'aime les nuages, les merveilleux nuages... 
Baudelaire
Roma - Auditorium
Montecarotto 2002 
lucis ante terminem
Bologna 2002  
galleria Cavour 
“ ''mon rêve érotique''
Roma 
Galleria d'Arte Moderna
Tuscania 
San Giusto - 2013
l'ostacolo 
Albarella - 1998
Bodhisattva
Isle sur Sorgue 2006
Casemurate agosto 2007 
la casa della Giovannella
Spalato 
Agosto 2007
Reggimento Pastrengo a Tor di Quinto 2006
Roma 
Palazzo Barberini 
2010